Eco fashionista

Eco fashionista

Vado in palestra e non ho niente da mettermi

Altro che a gennaio – storditi dal tour de force natalizio e impigriti dal freddo pungente. I buoni propositi per un nuovo anno si fanno molto più spesso a settembre – sotto l’effetto detox e rilassante delle vacanze estive, che ci permettono di rallentare i ritmi e ascoltare i nostri bisogni come raramente capita durante il resto dell’anno. Dedicare più tempo agli amici, alle nostre passioni, a noi stessi e al nostro benessere fisico e mentale… Suonano più o meno così i desideri che avete affidato alle stelle cadenti? Se tra i vostri buoni propositi c’è quello di iniziare (o riprendere dopo un lungo stop) a fare qualche tipo di sport o attività fisica, per prima cosa mettete mano all’agenda e capite dove potete ritagliare qualche ora da dedicare con costanza a questo. Poi, che si tratti di iscriversi in palestra, darsi al running o fitwalking, fare yoga o pedalare in sella alla vostra fidata bicicletta, mettete in conto che potreste aver bisogno di un minimo di attrezzatura.

È nel nostro dna: qualunque sia l’attività che stiamo approcciando, per prima cosa andremo davanti all’armadio, apriremo ogni anta e penseremo “Non ho niente da mettermi!”. Nel caso della palestra, una soluzione rapida e anche ecofriendly potrebbe essere quel del riuso, ovvero recuperare un paio di vecchi leggings – ormai troppo demodé per essere indossati seriamente come pantaloni fuori casa – e qualche t-shirt acquistata come ricordo di viaggi o eventi – lo sappiano che sono destinate a rimanere sul fondo del cassetto o al massimo a essere usate come pigiami, ma almeno una volta ci siamo cascati tutti – e comporre così i nostri outfit sportivi. Se vogliamo tener fede ai buoni propositi, però, non dovremmo sottovalutare la spinta motivazionale che potrebbe darci il fatto di avere qualcosa di bello da indossare in palestra, che rispecchi davvero chi siamo e chi vogliamo essere, che ci faccia sentire a nostro agio (e, perché no? anche belle).

Preferite la piscina? Ci sono anche i costumi da bagno in ECONYL ®

Bere 2 litri di acqua al giorno per avere una bella pelle, ed evitare le bottiglie di plastica usa e getta se non vogliamo essere ecomostri: mantra che sentiamo quotidianamente e abbiamo ormai interiorizzato (vero?), e che certo non possiamo ignorare nel momento in cui andiamo a sudare in palestra. Bypassando le borracce di plastica che affollano gli scaffali nei negozi di articoli sportivi, l’offerta di bottiglie ecologiche riutilizzabili è diventata piuttosto ampia ed è facile trovarne di colorate e bellissime. In questo caso, però, potrebbe essere utile privilegiare un modello che, oltre al classico tappo da svitare, ne abbia uno specifico per lo sport.

Infine, attenzione a dove mettiamo i piedi! Se abbiamo scelto di praticare yoga, oppure di fare esercizi di fitness a terra, avremo bisogno di un materassino su cui appoggiarci – e non è un aspetto secondario. La scelta è tra prodotti in schiuma o pvc, che aggiungono plastica alla nostra impronta ecologica, e altri realizzati con materiali più sostenibili. Investire in un prodotto di qualità, non solo ci eviterà di trovarci punto e a capo nel giro di poco tempo, ma ci darà la concreta sensazione di aver “investito” (anche economicamente) nei nostri obiettivi – altra spinta motivazionale da non sottovalutare!

Lascia un commento
*
*
*

Instagram