Eco fashionista

Eco fashionista

Acqua micellare? Yes, please!

acqua micellare

Sono passati alcuni anni da quando l’acqua micellare si è imposta come una piccola grande “rivoluzione cosmetica” e, partendo dai backstage delle sfilate, si è fatta largo nelle nostre beauty routine (e nei nostri cuori). È stata la prima formulazione struccante senza risciacquo che in più idratava la pelle, ideale quindi da usare per i piccoli ritocchi durante le sedute di makeup. L’acqua micellare non è un vero e proprio struccante, ma un prodotto nato per pulire delicatamente la pelle del viso, lasciandola morbida e luminosa.

Il segreto della sua formulazione sono le micelle, ovvero le microparticelle tensioattive che, a contatto con la pelle, si legano ai residui di sporco e impurità, sebo e smog, purificando la pelle senza alterarne il pH e senza intaccare la barriera idrolipidica che la protegge dalle aggressioni esterne. L’altro ingrediente base è l’acqua termale, in cui galleggiano appunto le micelle. A queste due componenti possono aggiungersi principi attivi idratanti, lenitivi o purificanti a seconda delle formulazioni.

Ora che l’acqua micellare non è più un segreto da addetti ai lavori, sono sempre di più i marchi cosmetici cruelty free a proporre le loro formulazioni per ogni tipo di pelle. Sfoglia la gallery per scoprire le mie preferite.

1. La sua formulazione a base di fiori d’arancio ad azione rinfrescante e olio di babassu rigenerante e detossificante rende la pelle luminosa e libera dalle impurità. Zoé Cosmetics, € 19,90 / 250 ml.
2. Acqua micellare a base di frutti rossi ad azione antiossidante e acqua di fiordaliso dalle proprietà lenitive, ideale anche per le pelli più sensibili. Biofficina Toscana, € 12,30 / 200 ml.
3. Acqua micellare arricchita con olio essenziale di camomilla del Commercio Equo del Norfolk in Inghilterra, adatta alle pelli sensibili. The Body Shop, € 18,00 / 250 ml.
4. Per alleviare i fastidi dovuti all’iperreattività della pelle, acqua micellare con estratto di portulaca ed estratti biologici di zenzero, avena ed elicrisio che calmano gli arrossamenti. L’Erbolario, € 18,90 / 200 ml.
5. Lozione micellare a base di acqua di Rosa Damascena, addolcente, lenitiva e rinfrescante, con aggiunta di estratti biologici di rosmarino e salvia ad azione antibatterica. Alkemilla, € 10,80 / 500 ml.
6. Un’acqua micellare fresca e leggera con estratti di mela verde e kiwi ad azione purificante e riequilibrante, adatta alle pelli miste o grasse. Bottega Verde, € 9,99 / 200 ml.
7. Salviette struccanti con acqua micellare per rimuovere il trucco, purificare la pelle e difenderla dalle aggressioni esterne. Fria, 25 salviette.

Quando e come si usa l’acqua micellare

Usare l’acqua micellare è davvero molto semplice: basta versarne qualche goccia su un dischetto di cotone e passarlo delicatamente sul viso. Non serve strofinare, perché le micelle agiscono già come un magnete per attirare impurità e tossine. Per rimuovere un trucco occhi leggero, tieni appoggiato il dischetto di cotone sulle palpebre per qualche secondo prima di fare delicati movimenti verso l’esterno.
La caratteristica principale dell’acqua micellare è quella di non aver bisogno di risciacquo, per cui dopo averla applicata si può passare direttamente alla crema idratante per il viso (e a quella per il contorno occhi).

L’acqua micellare può far parte della skincare routine quotidiana, alla mattina prima del makeup e alla sera prima di coricarsi, ma anche in qualunque momento della giornata per sistemare il trucco oppure per pulire la pelle del viso prima di fare una maschera.

Lascia un commento
*
*
*

Instagram